CARDIO ON LINE EUROPE S.r.l.

LA TELECARDIOLOGIA IN PUGLIA SALVA LA VITA IN POCHI SECONDI

[…] Il Governatore della Regione Puglia, Nichi Vendola, riassume con queste le parole quanto avviene nella sua regione. “Di Telecardiologia ci sono alcune esperienze in Italia realizzate da singoli ospedali o reparti di cardiologia, ma il servizio organizzato dalla Puglia è l’unica esperienza del nostro Paese che riguarda tutto il sistema regionale e credo anche la prima in Europa con tale organizzazione. Si tratta di un modello organizzativo evoluto che ci ha permesso di ottenere due risultati importanti: con la diagnosi precoce abbiamo, da un lato, rassicurato coloro che non avevano una patologia e non sono stati quindi ricoverati, ottenendo un risparmio e dall’altro, operato un intervento terapeutico tempestivo, anche in zone disagiate, con chi aveva una patologia”. Cardio On Line Europe opera dal 1996 nella telecardiologia e dal 2004 ha attivato a Bari una propria centrale operativa, presidiata da operatori specializzati e cardiologi h 24 per 365 giorni l’anno. Nell’ottobre 2004 ha avviato il più avanzato progetto di telecardiologia nell’emergenza in Italia, collegando una rete di 294 postazioni del servizio emergenza Puglia dislocate sull’intero territorio. In dieci anni di attività i risultati sono notevoli. L’obiettivo primario della telecardiologia nelle urgenze è chiaro: eseguire un elettrocardiogramma a 12 derivazioni immediatamente nel luogo stesso dove il paziente viene soccorso e trasmetterlo alla centrale operativa, al fine di accertare nel modo più rapido una patologia cardiaca, consentire cure più tempestive e favorire il trasporto del malato nel centro più adeguato. “La telecardiologia è una risposta veloce e sicura nei momenti in cui ogni secondo conta nei momenti in cui molte vite si perdono perché gli infarti non vengono riconosciuti – afferma la Dottoressa Giulia Dellegrottaglie, responsabile di Cardio On Line Europe -. Rappresenta la corsia veloce verso le cure appropriate del cuore: come un cardiologo sempre presente sul luogo del soccorso, dove paziente e soccorritori hanno bisogno di lui”. Oggi la telecardiologia pugliese supera quota 670 mila Ecg refertati in tempo reale con consulenza cardiologica on line, un numero di prestazioni mai effettuate prima nel mondo in regime di emergenza, 24 ore su 24, entro 90 secondi dalla chiamata. Ben 75.949 i casi urgenti in cui la telecardiologia è stata decisiva su 674.569 interventi effettuati dall’11 ottobre 2004 al 30 aprile 2014 dal 118 pugliese. Grazie a questo servizio, attivato per la prima volta in Italia su tutte le ambulanze di un’intera regione, è stato possibile riconoscere sul luogo del soccorso i casi di infarto e di altre patologie gravi e intervenire con terapie tempestive e appropriate: 6.655 infarti, 24.961 ischemie e 44.603 aritmie importanti, i casi gravi rilevati. Non solo. È stato possibile evitare il ricovero improprio di 598.620 pazienti: sono stati, infatti 421.844 gli Ecg risultati nella norma e 176.776 interventi hanno rilevato patologie cardiache di minore entità. La diagnosi tempestiva ha consentito di ridurre notevolmente lo stato d’ansia dei pazienti e la mancata ospedalizzazione in strutture specializzate ha fatto registrare considerevoli risparmi per il servizio sanitario pubblico.

Allegati

Nome Descrizione Link
Inserto Sanità Sole24ore del 19 Maggio 2014 --

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata.

Puoi usare i seguenti attributi e tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>